Recensione film I Fratelli Grimm e l'Incantevole Strega


I fratelli Grimm, Jacob (1785 -1863) e Wilhelm (1786 - 1859), furono due serissimi studiosi e raccoglitori pionieristici di fiabe popolari. Svolsero il loro fondamentale lavoro di folkloristi in un' epoca difficoltosa, fra l' occupazione napoleonica della loro Westfalia e la successiva restaurazione, contrari all' una e all' altra. Scritto da Ehren Kruger, il film reinventa spudoratamente i Grimm come una coppia di bidonisti che vanno da un borgo all' altro per imbrogliare la gente vendendo rimedi contro false apparizioni di streghe, maghi e trolls. Scoprendo però che il mondo in cui operano è davvero radicato nel mistero e nella magia, un contesto inafferrabile che finisce per travolgere anche loro. Matt Damon (Wilhelm) e Heath Ledger (Jacob) sono gli acrobatici e spiritosi protagonisti, insieme con Lena Headley bellezza rusticana, Jonathan Pryce generale francese e Peter Stormare torturatore italiano; e senza dimenticare la sempre affascinante Monica Bellucci, che come Regina dello Specchio ha 500 anni e ogni tanto è costretta a dimostrarli. Gilliam ha realizzato il sogno di Fellini, che avrebbe voluto girare le Favole italiane di Calvino, in uno spettacolo dove l' imponente messinscena realizzata a Praga e dintorni non impedisce al racconto di procedere a passo di carica, concedendosi suggestive citazioni da varie favole tra le quali Cappuccetto Rosso, Haensel e Gretel Raperonzolo. - Fonte Il Corriere della Sera -

Recensioni film




Continua a leggere tutte le recensioni sul sito recensione.info

Recensione & Recensioni


Recensioni film, Recensioni dvd, Recensioni giochi, Recensioni ristoranti, Recensione libro, Recensioni escort



Oppure visita il sito d'informazione con tutte le ultime notizie di cronaca dell'ultima ora di oggi
Ultime Notizie